6 ragioni per cui è importantissimo dormire bene

Circa un terzo della nostra esistenza viene trascorso dormendo e la qualità del sonno incide a 360 gradi sul benessere quotidiano di ciascun individuo.

Insieme all’alimentazione e all’esercizio fisico il riposo è considerato dagli esperti come uno dei pilastri di una vita sana.

I benefici di una buona qualità del sonno sono da sempre argomento di studio della letteratura scientifica. Non è difficile individuare, infatti, qual è lo scopo di un buon riposo.

1)Il sonno consente di promuovere lo sviluppo cerebrale e le funzioni cognitive e durante tale processo il cervello elimina le sostanze di scarto. La funzione di “dormire”, quindi, è di fare una sorta di pulizia nel cervello.

2)Oltre a questo, durante il sonno si determina una serie complessa di fenomeni, primo fra tutti il sogno.

3)L’effetto del sonno è importantissimo sul funzionamento di abilità cognitive come: apprendimento, concentrazione e attenzione, sulla capacità di partecipare attivamente alla vita sociale, favorire la creatività e il problema solving, proteggere da problemi ormonali e aiutare a difenderci dalla depressione.

4)Il riposo, inoltre, influisce sul mantenimento dell’equilibrio psico-emotivo della persona, stabilizzando il tono dell’umore, allentando le tensioni e riducendo i livelli di ansia e stress.

5)Un adeguato sonno è biologicamente imperativo per il sostenimento della vita. Dalla qualità e dalla durata del sonno dipende lo stato di salute psicofisico dell’individuo.

6)I benefici del sonno però non finiscono qui: dormire bene e per il giusto numero di ore, almeno 7-8 per notte, aiuterebbe a tenere lontane alcune malattie degenerative come l’Alzheimer.

Ma quali conseguenze psichiche può provocare una sua carenza?

Una carenza di sonno fa lavorare di più il cervello. Infatti, il cervello di chi dorme poco deve ??disperatamente pompare più energia nella corteccia prefrontale (area dei processi cognitivi e regolazione dei comportamenti), cercando di superare gli effetti della privazione di sonno.

Mentre dormiamo, il nostro cervello si riordina, integra e rende un senso alle cose che ci sono successe durante la giornata; ne consegue che dormire poco indebolisce questi processi.

Dopo 36 ore senza sonno, la capacità di pianificare e coordinare le nostre azioni comincia ad essere carente.

In condizioni di carenza di sonno prolungata, il cervello si “autodivora”.
Questo perché vi è una perdita d’integrità di sostanza bianca nel cervello proprio a causa della carenza di sonno. È stato dimostrato anche sui topi dove a causa della mancanza di sonno persero il 25% delle cellule cerebrali.

Infine chi dorme poco ha più rischio di sviluppare mania con psicosi, paranoia, livelli di energia vitale estremamente elevati, allucinazioni, aggressività ecc.

Insomma, i benefici che una buona qualità di sonno può darci sono veramente tanti in primis per la nostra salute psico-fisica.

Sta a noi dunque, dargli una giusta importanza e valorizzare al meglio le ore notturne per favorire un buon riposo alla nostra mente e di conseguenza al nostro corpo.

 

 

 

Dal nostro psicologo A. Piscitelli

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter
Sending
*I campi sono tutti obbligatori.
popup newsletter
Non perderti le nuove ricette, gli articoli e le offerte esclusive. Inoltre, avrai subito il 10% di sconto sul tuo primo ordine.