Leg Circuit

L’estate ormai è davvero dietro l’angolo, e noi non vogliamo farci trovare impreparati!

Quindi solo dopo aver preparato adeguatamente il vostro corpo col WARM UP DINAMICO che Cecilia vi ha proposto nello scorso post, potete cimentarvi nel circuito di oggi interamente dedicato alla parte inferiore!

Un’altra ottima opportunità è quella di sfruttare l’aria aperta iniziando con 15’ di camminata a passo spedito (o di corsetta se già siete abituati) e poi di proseguire col WARM UP DINAMICO in modo da essere veramente pronti ad iniziare l’allenamento!

Se già non ne avete una, consigliamo di scaricavi un app che vi permetta di impostare un timer in stile tabata/circuito in modo tale che possiate settare 40” di lavoro e 20” di recupero x 8 volte, altrimenti fate partire il cronometro e tenete conto voi delle tempistiche, ma la prima soluzione è quella che sicuramente vi permette di lavorare con piu tranquillità concentrandovi sulla tecnica dell’esercizio senza dover pensare alle tempistiche.

Per cui iniziamo! LEG DAY NON TI TEMO!

LEG CIRCUIT 8’

– 40” RUGBY-SQUAT INTO PLANK scendete LENTAMENTE (le vostre ginocchia vi ringrazieranno) verso i talloni (ma senza appoggiarvici) ed energicamente spingetevi per tornare in posizione di plank (facendo sempre attenzione a non inarcare la schiena e a non scendere troppo col bacino)

-20” di RECUPERO ATTIVO (corsetta sul posto, camminata, sciogliete le gambe, riequilibrate il respiro)

-40” DOUBLE PULSE + BACK LOUNGES si tratta di pulse squat per cui dalla posizione di squat eseguite 2 piccoli molleggi cercando di sentire il lavoro maggiormente svolto dai glutei + 1 affondo dietro (non incrociato, quindi mantenete la stessa distanza tra i piedi così potrete avere un miglior controllo dell’equilibrio)

-20” di RECUPERO ATTIVO

-40” MODIFIED DUCK WALK qui una piccola variazione del classico passo dell’oca che avrebbe passi piu ampi: sentite il peso sempre sui talloni, cercate di rimanere il piu basso possibile, aiutatevi con le braccia tese in avanti a mantenere un buon baricentro

-20” di RECUPERO ATTIVO

-40” KNEE TO SQUAT dalla posizione di squat a quella in ginocchio cercate di mantenere le spalle piu o meno alla stessa altezza, in quanto dovrete arrivare in uno squat molto basso, e questo vi sarà piu facile allargando bene ginocchia e tenendo le punte dei piedi in fuori

-20” di RECUPERO ATTIVO

X2 ROUND

Non dimenticatevi dell’importanza di una buona sessione di stretching a fine allenamento

Cecilia vi aspetta al prossimo appuntamento  nel frattempo continuate a seguire il suo profilo instagram @coffeetumbler. E come sempre….FUEL YOUR MIND. LOVE YOUR BODY!

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter
Sending